Meringhe

IMG_1102

Ciao a tutti, in vacanza e non…

Noi stiamo per partire per le ferie e abbiamo deciso di lasciarvi con un post sulle meringhe. Da piccolina ci andavo matta, l’impasto crudo era una delle mie cose preferite, a pensarci ora mi  vengono i brividi a pensare alle migliaia di calorie.

Ironia della sorte, ora che sono diventata grande, almeno così sembra, ho ricominciato a cuocere meringhe per lavoro. E’ stato divertente scoprire come, un dolcetto così semplice, sia diventato una tendenza irrinunciabile dei tanto desiderati “dessert Buffet” o “sweet table” che dir si voglia. Bianche o colorate, liscia o rigate, sono tra i protagonisti di feste e matrimoni. Ma vediamo come si realizzano…

Ingredienti:

100 gr di albumi;
100 gr di zucchero semolato;
100 gr di zucchero a velo.

Attrezzatura necessaria:

1 ciotola grande;
1 frusta;
1 spatola;
Sac-a-poche;
Beccucci.
teglie da forno
(facoltativo: planetaria o fruste elettriche)

Se avete una planetaria la preparazione sarà velocissima. Nel caso non l’aveste, andrà benissimo una frusta e un po’ di forza, oppure delle fruste elettriche)
Mettete gli albumi in una ciotola e montateli a neve non troppo ferma. Aggiungete poco alla volta lo zucchero continuando a montare, finché non otterrete dei picchi fermi e lucenti. A questo punto aggiungete, sempre poco alla volta, lo zucchero a velo, incorporandolo con una spatola. Quando lo zucchero a velo sarà completamente amalgamato, il vostro impasto sarà pronto. A questo punto potete, se volete, aggiungere dei coloranti, preferibilmente in polvere. Quando avrete ottenuto il colore desiderato,  aiutandovi con la spatola, inserite l’impasto in una sax-a-poche, nella quale avrete inserito un beccuccio. Se volete delle meringhe lisce, usate un beccuccio tondo liscio, se, al contrario, volete delle meringhe rigate, inserite dei beccucci rigati

Usate il famoso beccuccio wilton 2D, se volete ottenere rose come queste.

UnknownIMG_1103

Una volta che avrete terminato e formato tante, piccole o grandi, meringhe sulla vostra placca da forno, scaldate il forno tra gli 80 e i 100 gradi e cuocetele per 3/4 ore a seconda della grandezza, avendo cura di tenere la porta del forno socchiusa per far uscire il vapore. Potete usare un cucchiaio di legno da inserire nell’apertura della porta per non farla chiudere del tutto.

Ed ecco a voi le vostre squisite meringhe!!! provate provate provate e fateci vedere i risultati. Buon “dolce” agosto.

Veronica e Ilaria

IMG_0593

 

Le meraviglie della Ultimate Pro

 

Finished Bag

Foto Crafters Companion

Pronti per gli ultimi suggerimenti per la festa della mamma? non possiamo suggerirvi il regalo da acquistare, ogni mamma è unica e particolare, ha i suoi gusti e solo voi li conoscete alla perfezione, ma possiamo suggerirvi un ottimo modo per confezionarlo 😉

Seguiteci in questo tutorial passo passo.

Grazie a Peony and Twine per alcune foto e parte del post

http://peonyandtwine.blogspot.it

visitate il suo blog!!

Creeremo insieme questa fantastica borsetta porta “quello che volete voi” 😛

Avrete bisogno di:

  1. Ultimate box
  2. ripiano aggiuntivo ultibag
  3. Carta da scrapbooking
  4. forbici
  5. taglierino (potete usare quello interno alla ultimate-pro)
  6. bulino
  7. nastro biadesivo
  8. tampone
  9. pennarello coordinato alla carta scelta
  10. Colla per carta
  11. Nastro per decorare

1. Scegliete la carta da scrapbooking che più vi piace, l’ideale sarebbe avere a disposizione delle carte coordinate, così da poter effettuare una decorazione perfetta! Posizionate la carta a faccia in giù sulla tavoletta, il ripiano ultibag. Tenendola ben ferma con le mani, con l’apposito embossatore, seguite le linee presenti sul ripiano, così facendo delimiterete i bordi della borsetta.

primo_passaggio

Foto di Peony and Twine

2. a questo punto potete prendere le forbici e ritagliare la sagoma ottenuta. Con il taglierino, rifinite gli angoli e i manici.

secondo_passaggio

Foto di Peony and Twine

3. – 4. Con il pennarello scelto, colorate i bordi avendo cura di tenere la vostra borsetta al rovescio. Usate un foglio bianco per proteggere il tavolo o il tappetino da taglio.

terzo_passaggio

Foto di Peony and Twine

5. scegliete un altro foglio di carta da scrapbooking coordinato a quello scelto per la borsetta e con l’embossatore tracciate i margini dei tre frame presenti sulla tavoletta. Poi ritagliateli.

6. con il nastro biadesivo attaccate i tre frame uno sopra all’altro con la fantasia a contrasto. Nella foto c’è la colla, ma è preferibile usare il nastro biadesivo. Se non doveste averlo, la colla andrà comunque bene.

7. Con un cartoncino tinta unita, coordinato alle altre fantasie scelte, tracciate il contorno del quadrato somigliante a una fibbia che trovate su un lato della tavoletta. Con il taglierino rimuovete i rettangoli interni e passateci il nastro. Assicuratelo con il nastro biadesivo sul retro, oppure con della colla.

sesto_passaggio

Foto di Peony and Twine

8. con un tampone, di un colore in sintonia con la carta e il nastro scelto ( se volete dare un effetto vintage, sceglietelo bisque o burgundy) sporcate tutto il contorno, servirà a dare spessore  al vostro lavoro.

settimo_passaggio

Foto di Peony and Twine

9. con il nastro biadesivo o la colla, fate aderire le alette centrali ai due lati interni della borsetta. Portate le alette esterne verso il centro, poi fatevi aderire i fronte e il retro della borsetta. Se avete usato la colla, fate pressione fino a che non si sarà asciugata.

10. Con il nastro biadesivo o con la colla, attaccate gli abbellimenti, i tre frame sovrapposti e la fibbia con il nastro.

xmas 10

Foto di Peony and Twine

11. Una volta arrivati al punto 9, avete finito la parte principale del vostro lavoro e potete abbellirlo come volete. Potete usare i fiori che abbiamo creato due settimane fa, farne di nuovi, applicare fiocchi o tag. Insomma, potete dare libero sfogo alla vostra fantasia, qualsiasi abbellimento è consentito.

12. Non dimenticate di mostrarci quello che avete realizzato e non esitate a chiedere consigli o ulteriori spiegazioni 😀

A questo punto non ci resta che augurarvi … Buona Festa della Mamma!!!

 

Cake pop… che passione!

cakepop_bouquet_2

Foto by Via Blossom

-7 alla festa della mamma!

Siete pronti, avete trovato il regalo giusto? Il dolce ve lo suggeriamo noi 😀
gustosissimi e bellissimi cake pop.
Non spaventatevi, sono facilissimi da fare, non mi credete? leggete fino in fondo e vedrete.

Prima di tutto qualche “cenno storico”, i cake pop nascono da un’idea di Bakerella, un’idea geniale direi, di modificare delle “cake ball” inserendo uno stecco prima della glassatura. Questi dolci su stecco hanno fatto il giro del mondo in un batter d’occhio, sponsorizzati dalla sempre presente Martha Stewart. Ma basta chiacchiere, vediamo come poterli realizzare.

In quanto italiana, ho apportato delle modifiche ai dolcetti originali proposti da Bakerella, che prevedevano torta in busta e frosting, troppo americano per i nostri palati. Perciò, il dolce lo faremo noi e al posto del frosting (il link riporta al blog di mondodelizioso che ci spiega cos’è il frosting) useremo dello yogurt, molto più gustoso e leggero.

Cuoceremo una victoria sponge, più o meno una parente del nostro pandispagna, ma molto più umida e burrosa.

victoria_sponge

Ingredienti:

400 gr farina autolievitante;
400 gr burro salato temperatura ambiente;
400 gr zucchero semolato;
8 uova medie temperatura ambiente.
Battete a crema burro e zucchero, se volete, potete aggiungere un aroma, zest di limone o arancia, vaniglia o quello che preferite. Aggiungete le uova una alla volta e incorporate bene. Se il composto si straccia troppo, aggiungete qualche cucchiaio di farina e poi proseguite con le uova. Infine unite la farina poco alla volta e mescolate fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Risulterà molto morbido.
A questo punto potete infornare la vostra torta a 200° C per 35/40 min (usate uno stampo appropriato, l’impasto non deve rimanere troppo alto, altrimenti farà fatica a cuocere).
Per quello che serve a noi, io preferisco infornare cupcake, più veloci a cuocersi, 15/20 minuti e il gioco è fatto!
Sfornate e lasciate raffreddare.

Ora viene il bello! Riducete in briciole i cupcake e aggiungete un vasetto di yogurt alla volta fino a che il composto non risulterà molto umido e quasi compatto.

Stendetelo in uno strato uniforme di circa 1 cm (io mi ho l’aiuto del cake roller) tagliate delle strisce di circa 1,5 cm e, successivamente, dei tocchetti di circa 1,5 cm

IMG_9901 (1)

Ora potete creare le vostre palline. Arrotondatele tra i palmi delle mani, fino a ottenere delle sfere, quanto più possibile, regolari e lisce. Servendovi di stampini, potete creare anche cuori, fiori o tutto ciò che vi suggerisce la fantasia.

Mettete le sfere a raffreddare in frigo, fino a che saranno rigide abbastanza da sostenersi sullo stecco.

A questo punto vi occorreranno candy melt e stecchi per lollipop

Fate sciogliere le candy melt, Seguendo le istruzioni riportate sul retro della confezione, una volta che i confetti saranno fusi completamente, prendete le palline dal frigorifero, gli stecchi e iniziate a glassare i cakepop.
Intingete gli stecchi nel cioccolato e infilateli nelle palline spingendoli, più o meno, fino al centro. Attendete qualche secondo che il cioccolato di sia solidificato e procedete alla glassata completa. Intingete la pallina nel cioccolato, tiratela fuori e, con dei colpetti sulla mano che tiene il bastoncino, fate colare il cioccolato in eccesso.

Et voilà, il gioco è fatto! mettete ad asciugare i cake pop a testa in giù

IMG_4637

o a testa in su…

Quando saranno asciutti, riempiteci un vaso o formate un particolarissimo bouquet e donatelo alla vostra mamma. Sarà un regalo più che gradito, creato con le vostre mani apposta per lei. Non vi resta che provare e, ovviamente, condividere con noi il risultato 🙂

Ciao a tutti, andiamo a scovare qualche altro, interessante, argomento. Baci

 

Idea regalo per la festa della Mamma…

PAPER-FLOWER-TUTORIAL

Ci siamo quasi, la festa della mamma è dietro l’angolo e a noi servono idee, simpatiche e colorate, per farle capire quanto teniamo a lei e per farle spuntare un tenero sorriso sul viso.

Che aspettiamo quindi, mettiamoci al lavoro e realizziamo questi splendidi anemoni da regalarle, vedrete che farete centro, si sa che qualunque donna adora i fiori, se poi sono fatti a mano li apprezzerà ancora di più.

Per questo tutorial ci siamo fatte aiutare da

Paula Biggs for frog prince paperie (il tutorial è tradotto dal suo blog, mi raccomando, andate a leggerlo http://frogprincepaperie.com)

Che poi, La Rana Viola e Frog Prince Paperie, curioso no? Ma bando alle ciance, mettiamoci al lavoro

Questi fiori possono sembrare molto complicati da realizzare, ma non lo sono affatto. Vi serviranno un paio di forbici, un po’ di colla, cartoncino colorato e il gioco è fatto 😉

Materiale:
Cartoncino rosa chiaro
Cartoncino nero
Colla a caldo
Oppure colla per carta 
Tamplate stampabile

How-to-make-a-paper-flower-tutorial

Passaggio 1: Stampa e taglia.
Ci sono petali di tre grandezze nei tre fogli stampabili; avrete bisogno di ritagliare tutti e tre i fogli per realizzaretuztti i fiori che vedete nella foto! Faremo fiori di due misure; per fare i fiori più grandi avremo bisogno di 6 petali grandi e 9 petali medi. Per i fiori più piccoli servono 6 petali medi e 6 petali piccoli.
Il modello è concepito per contenere più petali possibile, quindi, pensate a quanti fiori volete realizzare e, di conseguenza, stampate il file su cartoncino rosa chiaro e ritagliatelo.
Dopo aver ritagliato i petali, dovete praticare un taglio al centro della base dello stesso. (Foto 1)

Passaggio 2 e 3: modellate i petali
nella foto 2, potete vedere quanto è importate il taglio che avete praticato al centro dei petali! Dovrete sovrapporre il lembo destro su quello sinistro e fissarlo con un goccio di colla. Questo darà al vostro petalo una forma curva. Se, come me, usate la colla a caldo, abbiate cura di non usarne troppa, per non trovarvi con un bozzo nel centro a fine lavoro. Per dare ai petali un aspetto più naturale, arrotolate la sommità degli stessi su una penna o una matita. Adoro la forma che assumono i petali dopo averli leggermente pizzicati con tre dita proprio nel centro del margine superiore. (Foto 5)

Will-you-be-my-bridesmaid-box-7

Passaggio da 4 a 6: Assemblate e modellate i petali
Questa è la parte più semplice, mettere insieme i fiori! Sovrapporre i petali per fare il primo giro e formate un cerchio. I margini bassi dei petali saranno tutti al centro. Mettete la colla tra un petalo e l’altro per fermarli l’uno con l’altro. Alcuni gruppi di petali saranno formati da 6 petali, alcuni da 5 petali, altri da tre. Aggiustate gli spazi tra i petali in base al numero di petali utilizzati.

Will-you-be-my-bridesmaid-box-8

Passaggio 7 : Create i pistilli, il centro del fiore
Il centro del fiore si ottiene da un cerchio di cartoncino nero. Usate un cerchio del diametro di 7,60 cm per il fiore grande e un cerchio da 6,30 cm per il fiore piccolo. A questo punto tagliate a striscione il cerchio fino al centro, senza tagliare del tutto, come piccoli raggi, a formare delle frange. Con le dita arrotolate le frange verso il centro del cerchio fino a che tutte le frange saranno rivolte all’interno.

Will-you-be-my-bridesmaid-box-9

Passaggio 8: Assemblate i fiori di carta.
Fiori grandi: seguendo le istruzioni del passaggio 6, formate un gruppo da 6 petali grandi, un gruppo da 6 petali medi, un gruppo da 3 petali medi e un centro nero da 7,60 cm, modellato seguendo le istruzioni del passaggio 7. incollate gli strati dall’alto verso il basso:

1 il centro nero
2 gruppo da 3 petali medi
3 gruppo da 6 petali medi
4 gruppo da 6 petali grandi

Fiori piccoli: seguendo le istruzioni del passaggio 6, formate un gruppo da 6 petali medi, un gruppo da 6 petali piccoli e un centro nero da 6,30 cm.incollate gli strati dall’alto verso il basso:

1 il centro nero
2 gruppo da 6 petali piccoli
3 gruppo da 6 petali medi

Dopo averli ravvivati un po’ sono pronti per essere usati!
Potete decorarci il pacchetto regalo per la vostra mamma.

Se invece volete farne un bouquet, non dovete far altro che inserire al centro del fiore un fil di ferro a cui avrete piegato leggermente la punta a formare un anellino. Con un nastro da fiorista, poi, andrete a coprire il fil di ferro per tutta la sua lunghezza.

Mettete insieme 5, 7 oppure 12 fiori, il numero che volete, ed ecco pronto un meraviglioso bouquet degno della bellezza della vostra mamma.

Sarà un regalo indimenticabile.

Cosa sono i “Washi Tape”?

IMG_1349

E’ primavera e, come le rondini, torniamo anche noi, per scrivere però 😉
Ed era ora, abbiamo tantissimi argomenti da trattare e troppo poco tempo per trattarli al meglio, ma da qualche parte bisogna pur cominciare, e così, abbiamo deciso di iniziare dai “Washi Tape“.
Cosa sono i Washi Tape? a cosa servono? dove si trovano?
In questo articolo troverete tutto ciò che volete sapere su questi affascinanti “nastri adesivi decorati”.
I Washi Tape sono nastri adesivi realizzati in fibre naturali, come il bambù o la canapa, ma nella maggior parte dei casi viene utilizzato un materiale ricavato dalla corteccia di alcuni alberi nativi del Giappone. Il termine Washi deriva da wa, che significa giapponese, e shi che significa carta, e indica la carta utilizzata per fare gli origami. Questa carta, trasformata in nastro adesivo, è il washi tape.
Cos’ha di particolare questo nastro rispetto a un normale scotch?
Si può attaccare e staccare senza lasciare traccia, questo ci permette di decorare qualsiasi cosa e, se non ci piace il risultato, staccare tutto senza alcun danno e ricominciare.

FullSizeRender-1

I Washi tape possono essere utilizzati come semplice nastro adesivo colorato,per esempio per attaccare le vostre foto su un album, potrete decorare ogni pagina e ogni foto con un nastro diverso, potete scriverci sopra quello che vorrete, per fissare con allegria i vostri ricordi.

FullSizeRender

Potete decorare delle scatoline regalo, personalizzarle in base alla persona che le riceverà o creare un particolare, quanto unico, sottobicchiere. non dovrete far altro che cercare il nastro che più vi piace e sprigionare la vostra fantasia.

IMG_5672

Sactoline regalo decorate e infiocchettate

Dovete realizzare una festa ?
I Washi tape saranno i vostri alleati più preziosi, potete realizzare tutti gli addobbi con questi deliziosi nastri di carta colorata, Banner, segna calici, segnaposto, coccarde decorative e perfino candele. Sono innumerevoli gli usi che potrete fare di questi vezzosissimi nastri.

IMG_5677

Segnaposto divertenti e colorati

IMG_5673

tea light come non le avete mai viste

Liberate il vostro estro, siete pronti ad entrare in questo coloratissimo mondo? Che aspettate? Acquistate il vostro primo washi tape e scatenatevi, vedrete che sarà difficile fermarsi 😀

IMG_1351

E non dimenticate di farci vedere quello che avete realizzato…

Alla prossima settimana con un altro, interessante, argomento 😀

Un matrimonio firmato La Rana Felice & Contenta Parte II

Dopo una pausa per le nostre (meritate) vacanze, torniamo per raccontarvi come si è svolto il W-Day per noi più atteso dell’anno: il matrimonio della nostra amica e wedding planner Federica, dell’organizzazione Felici & Contenti, con il suo amato Andrea!

Vi racconteremo la giornata dal punto di vista di chi, come noi, ha lavorato per rendere possibile questo matrimonio da favola.

La sveglia ha suonato alle 6 del mattino, appuntamento alle 7:30 a Villa Pocci, dove gli sposi hanno voluto festeggiare il loro giorno con parenti e amici. La location è estremamente suggestiva ed è la villa con cui Federica, e noi di conseguenza, collabora per moltissimi dei suoi eventi.

imgWatermark_new

Villa Pocci – Piscina intorno alla quale vengono sistemati i tavoli per aperitivo e antipasti. (fonte http://www.vivaglisposi.it)

matrimoni-072-1813

Villa Pocci – Vista del Lago di Castelgandolfo (fonte http://www.fotografomatrimonioroma.it)

Appena arrivate lì, io e Veronica (l’altra metà de La Rana Viola, che per quel giorno aveva il ruolo di “sostituta Wedding Planner”) abbiamo incontrato le altre persone che avrebbero collaborato con noi (Elisa, che cura il blog di Federica, e Silvietta, efficientissima collaboratrice di Felici & Contenti). La mattinata è passata molto in fretta, quasi troppo, visto che dovevamo preparare i tavoli per accogliere gli ospiti per l’aperitivo e gli antipasti, il tableau, i fiori, la scalinata con petali di rose bianche e non ricordo più cos’altro… ma credo che le foto parlino da sole!

tableau

Tableau costruito con scala di legno e mensole.

tableau2

Ogni tavolo riporta la frase di un autore famoso sull’amore. Questa e i nomi degli ospiti erano stampati e fissati in un libro semiaperto.

tableau3

Tra le pagine dei libri spuntano le “remember card”, cartoncini che distribuiti dalla hostess Elisa a ogni ospite come promemoria del tavolo a cui si sarebbe seduto.

All’arrivo degli sposi, mentre loro iniziavano i festeggiamenti, noi siamo volate in sala per finire i preparativi dei magnifici centrotavola che riprendevano il tema dei libri e lo stile vintage voluto dalla coppia. C’è da dire che a questo punto è arrivata anche Chiara (braccio destro di Federica) ad aiutarci, dopo aver partecipato alla cerimonia religiosa.

centrotavola

Centrotavola composto da una piccola pila di libri rivestiti in stoffa, dal più alto dei quali spuntavano i fiori, e da una mini-torta di fiori posta su un’alzata.

tavolo_sposi

Particolare del tavolo degli sposi.

teatime2

Tavolo di rappresentanza.

Una volta che gli ospiti si sono trasferiti a pranzo, è stato il momento di allestire all’esterno la confettata, il sweet table (la nostra specialità) e l’angolo del tè.

antipasti

Particolare del buffet di dolci a cura di Villa Pocci.

confettata

La confettata (10 gusti diversi) prevedeva la possibilità per gli ospiti di servirsi mettendo i confetti nelle deliziose tazzine da tè in cartoncino realizzate da Chiara.

confettata2

Sweet Table – Oreo ricoperti di cioccolato bianco e decorati con fiore in pasta di zucchero.

teatime

Angolo del tè – Infuso di menta preparato con foglie fresche e Tè alla pesca, accompagnati con biscottini di frolla. Tutto preparato da La Rana Viola.

teatime3

Angolo del Tè – Particolare

E poi finalmente il momento più atteso di ogni ricevimento di nozze: il taglio della torta! Una torta meravigliosa preparate dalle abili mani di Sara Bartolucci per La Rana Viola.

torta

Torta nuziale – Presentata su specchio e composta da torta decorata in pasta di zucchero, con cascata di fiori e pagine con frasi scelte dagli sposi, libri, collana di perle e orologio da taschino (tutto rigorosamente in pasta di zucchero).

torta2

Torta nuziale – Particolare della torta a tre piani decorata con cascata di fiori e pagina scritta a mano. Ogni piano è orlato da un giro di perle in pasta di zucchero.

torta3

Torta nuziale – Particolare di libri, collana e orologio da taschino.

torta4

Torta nuziale – Il taglio!

A questo punto ormai avevamo già trasformato la “scala/tableau” in “scala/porta bomboniere” e gli ospiti del pranzo hanno iniziato ad andare a casa, ma non prima di aver assistito alla spettacolare performance dei Ramblers of Art di Laura Calafiore, che ha dipinto a suon di musica un ritratto degli sposi!

bomboniera2

Bomboniere – Particolare

bomboniera1

Bomboniere – Particolare della scala

Ma Federica e Andrea non erano ancora stanchi di festeggiare il loro giorno e hanno deciso di dare una festa a tema anni ’50 per gli amici. Così io, Veronica, Elisa e Silvietta ci siamo velocemente trasformate da lavoratrici affaticate (in uno stato penoso!) a meravigliose ospiti. La serata è iniziata con una cena a buffet sulla terrazza di Villa Pocci, per proseguire poi nella sala con musica dal vivo e tante danze. Per la serata La Rana Viola era stata incaricata di preparare uno Sweet Table che comprendeva cakepops, cupcakes, Oreo al cioccolato bianco, meringhe, tutto fatto con le nostre mani! Purtroppo non ho foto, perché a quel punto io e Veronica eravamo troppo stravolte per pensare di farne, ma prometto che non mancherò di inserirle appena le avrò reperite.

Quasi dimenticavo… Non poteva mancare l’angolo Crazy Photos, ed infatti eccoci qui!

IMG_9851

Da sinistra: Silvietta, Chiara, Ilaria (io), Veronica ed Elisa!

A presto! E ricordate che per l’organizzazione di ogni vostro evento, potete scriverci a info@laranaviola.it

Un matrimonio firmato La Rana Felice & Contenta! Parte I

Ormai da tempo, La Rana Viola è in contatto con un’agenzia di organizzazione eventi, soprattutto matrimoni, dal nome evocativo e dalla professionalità indiscussa: Felici & Contenti.

Dall’unione dei nostri nomi è nata quindi La Rana Felice e Contenta, una collaborazione che ci sta dando grandi soddisfazioni, culminate il 9 maggio scorso con un evento importantissimo per tutte noi, anzi l’Evento per eccellenza.

La nostra wedding planner e amica Federica ha coronato il suo amore con Andrea in un matrimonio che ci ha completamente assorbite lavorativamente, ma soprattutto emotivamente.

E’ iniziato tutto a febbraio, quando abbiamo preparato le originalissime partecipazioni per questo matrimonio. Infatti Federica e Andrea ci hanno chiesto di realizzare per loro degli inviti, udite udite… sui biscotti! E così abbiamo impastato, cotto, glassato, decorato, scritto e confezionato (nelle Enveloboxes create con la Ultimate Pro) le partecipazioni per il pranzo con i parenti e per la festa a tema Anni ’50, che la sera ha avuto come protagonisti gli amici degli sposi.

partecipazione_pranzo

Partecipazione biscotto classico

partecipazione_cena

Partecipazione biscotto Anni ’50

IMG_1211

IMG_1203 IMG_1202 IMG_1201

Enveloboxes

E poi tra riunioni, progetti e programmazione ci siamo avvicinate al grande giorno. La Rana Viola è stata incaricata di preparare le bomboniere e, anche qui, non si poteva certo cadere nel banale, quindi Federica e Andrea ci hanno chiesto di confezionare alcune delle nostre bontà da offrire ai loro ospiti. Il risultato è stato a dir poco strepitoso!

bomboniera2

Questa scatolina infatti conteneva una Minicake (Victoria Sponge farcita alla Nutella, ricoperta di pasta di zucchero e sormontata da un fiore a coccarda che riprendesse quello sulla scatolina), un Cakepop (glassato con cioccolato bianco), delle mini meringhe e i classici confetti (l’unica cosa acquistata e non fatta in casa):

untitled img_9031-e1432575177408

img_9030-e1432575221186

Tutte le leccornie sono state preparate il giorno prima del matrimonio, perché fossero fresche da degustare per tutti gli ospiti dei nostri amici. E’ stata una corsa contro il tempo (le bomboniere erano tantissime!), ma ce l’abbiamo fatta ed è stata una grande soddisfazione.

Per sapere come si è svolto il grande giorno, il W-Day, seguite i prossimi post!

Buona serata!

Scatoline smerlate

 
Buon lunedì piovoso (almeno qui, nei dintorni di Roma) a tutti 🙂 questa giornata uggiosa ci ha permesso di rallentare il ritmo e di dedicarci a una delle nostre attività preferite… Creare scatoline con la carta!!!

Abbiamo la casa piena di scatole, scatoline e scatolette, ma non ce ne sono mai abbastanza, soprattutto se puoi costruirle nelle nuances che più si adattano ai colori del tuo studio o della tua camera da letto e, perché no, puoi utilizzarle per le feste, per i party Favors o per contenere patatine e popcorn. Insomma, sono irresistibili, provare per credere.

Per realizzarle vi servirà:

Noi abbiamo realizzato queste scatoline per contenere dei cupcakes, ci servivano delle misure che contenessero perfettamente i nostri dolcetti. Abbiamo quindi ritagliato un quadrato 14,50 cm x 14,50 cm, voi però potete realizzarle nella misura che volete. Fatevi aiutare dalle istruzioni della Ultimate pro.

   
Praticate le piegature nella terza scanalatura della valigetta, utilizzando il lato base o il lato coperchio, a seconda della vostra necessità, purché sia sempre lo stesso per tutti e quattro i lati. 

il lato base ha le scanalature circa 1mm più larghe rispetto al lato coperchio. 

La valigetta  Ultimate pro ci consente infatti di creare scatole con base e coperchio che combaciano perfettamente.

  

Una volta effettuata l’embossatura su tutti i lati, prendete il Perforatore che avete scelto e, partendo dal centro di ogni lato, perforate tutti e quattro i lati. Partiamo dal centro per ottenere perforature uguali su tutti i lati.

 

A questo punto avrete degli splendidi centrini 😊 volendo potete fermarvi qui, il risultato è già bellissimo!!

Ma noi andiamo avanti verso il nostro obiettivo: meravigliose scatoline dal bordo ricamato! Prendete quindi le forbici e praticate dei tagli lungo l’embossatura sulla destra di ogni lato, Formando un triangolino, come nella foto sotto.
 

Tagliate anche il bordo superiore dell’aletta che si è formata sempre sulla destra di ogni lato (vedi foto sotto)

 

Ora siete pronti ad applicare il nastro biadesivo. Voltate il vostro quadratino tagliuzzato e mettete il nastro biadesivo sulle alette che avete appena rifilato (vedi foto sotto)

  
Ora, piegate il cartoncino seguendo l’embossatura, in questo modo otterrete una bozza della scatolina, siete quasi alla fine, non mollate!! La foto sotto vi aiuterà a focalizzare bene quello che dovete fare.

  
Non vi resta che rimuovere la pellicola dal nastro biadesivo e far aderire bene le alette ai quattro lati, il gioco è fatto! 

Avete delle bellissime scatoline pronte all’uso. Ma se ancora non siete contenti, potrete donare quel tocco in più al vostro lavoro, sporcando lo smerlo con un Tampone per timbri del colore che preferite.

    
  
Noi le abbiamo sporcate con un brillante Opera Pink Versacolor. Che. Ne dite, ci provate?

Ciao a tutti, alla prossima settimana con un altro divertente tutorial 😘

Ghiaccia Reale, divertiamoci insieme

Buongiorno a tutti e buon lunedì, passato bene il fine settimana? noi abbiamo goduto di giornate frizzanti con un tiepido e piacevole sole 🙂

Pronti per l’argomento della settimana?!?

Oggi vogliamo parlarvi della ghiaccia reale, amore o odio a prima vista!! Come si prepara, come si utilizza, che meraviglie può creare. Per cominciare, vi diamo subito una ricetta per realizzarla con la quale ci troviamo benissimo, sia per l’ottima resa che per l’elasticità dell’impasto. Per essere precise vi diciamo che noi adoriamo la ghiaccia reale per la decorazione dei biscotti, non sappiamo se questa ricetta sia adatta a creare magnifici ricami sospesi o lavori di fino.

Finished+product

46 gr di mery white (polvere di meringa)
4 gr cremor tartaro
172 gr acqua calda
1024 gr zucchero a velo
1 cucchiaio sciroppo di glucosio (opzionale)

La cosa importantissima quando si parla di ghiaccia reale, è assicurarsi che ciotole, fruste e spatole, siano assolutamente prive di grassi. Il grasso ne danneggia la resa.

Mettete la polvere di meringa e il cremor tartaro nella planetaria, versatevi l’acqua, sbattete con una frusta fin quando le polveri non saranno sciolte e il composto risulterà spumoso.

Aggiungete lo zucchero a velo e mescolate con la foglia o la frusta della planetaria a minima velocità per 6/7 minuti. durante l’ultimo minuto aggiungete, se lo desiderate, il glucosio (donerà elasticità all’impasto).
La ghiaccia ottenuta avrà una consistenza “stiff peacks” (delle consistenze parleremo a breve).

HomemadeEggnog6

Finito il procedimento avrete ghiaccia a non finire 😉 vi servirà per coprire un bel po’ di biscotti. Se non avete intenzione di sfamare tutto il quartiere, potete dimezzare la dose senza problemi. La ghiaccia così ottenuta ha un lungo periodo di conservazione. Avvolgetela nella pellicola e ponetela in un contenitore a chiusura ermetica, potrete conservarla per tre settimane. Se volete potete anche surgelarla, scongelatela poi a temperatura ambiente e mescolatela bene per farle riprendere compattezza.

Veniamo ora alle consistenze della ghiaccia. Questo è l’argomento più scottante che ci troviamo ad affrontare durante i corsi e che, lo è stato anche per noi, non è di facile apprendimento. Questo perché la ghiaccia va utilizzata, va sentita, va provata e solo dopo vari tentativi troverete la consistenza giusta per voi, quella con cui riuscirete a creare meraviglie!!

In ogni caso, prima di raggiungere quest’ambito obiettivo, si possono seguire delle linee guida. Le consistenze principali della ghiaccia reale sono tre:

– stiff peaks –  è la consistenza che otterrete dalla ricetta qui sopra. Letteralmente significa “picchi rigidi”, la ghiaccia tirata su con un cucchiaio deve formare un picco con la punta dritta. Questa consistenza è utilizzata, a volte con ulteriore aggiunta di zucchero a velo, per fare i fiori sullo spillo oppure su stecchino. I petali in questo modo saranno distinti e definiti e i risultati ottenuti saranno stupefacenti.

a7b0e814699ff22ff374c5389b48f7b1 il_fullxfull.121493674

– off peaks – otterrete questa consistenza aggiungendo qualche goccia di acqua alla consistenza stiff peaks. Ma proprio qualche goccia, non esagerate. Ad aggiungere si fa sempre in tempo, è molto più difficile, anzi impossibile in questo caso, sottrarre ;).
Vi accorgerete di aver ottenuto la consistenza giusta quando, inserendo in cucchiaio nell’impasto, otterrete un picco che si piega, tipo un collo d’oca.

img_3890cj_resize1

Questa consistenza è ideale per aggiungere dettagli alle vostre opere d’arte, per creare ricami in pressure piping, per reticolati, lavori effetto filet e per le bordure. Come queste, eseguite in maniera impeccabile da @sweetambs e @mezesmanna.

Beadborder3-300x169

mezesmanna

– run out – terza e ultima consistenza. Si ottiene aggiungendo ancora acqua alla consistenza off peaks. Si aggiunge acqua, poche gocce alla volta, fino ad ottenere la consistenza “run out” desiderata. Questa consistenza si misura in secondi, mi spiego meglio, con una spatolina a lama piatta, pratichiamo un taglio longitudinale nella ghiaccia e cominciamo a contare i secondi che ci mette a scomparire del tutto. Avremo, quindi, una consistenza 10″ se la riga scompare in 10 secondi, una consistenza 15″ se scompare in 15 secondi e così via. Questa consistenza serve per riempire i vostri biscotti. (esempi @sweetsugarbelle)

2-584x400 3-584x399

Sugar-Cookie-Decorating_-Set-by-Step-with-SweetSugarBelle-1-1

C’è chi si trova magnificamente con una consistenza 10″, @sweetambs preferisce una consistenza tra i 16″ e i 20″.
Noi ci troviamo bene con la consistenza 16″… voi provate e trovate la consistenza giusta per voi. C’è da dire che molto dipende dalle condizioni climatiche. La ghiaccia risente molto del clima, se è secco serve ghiaccia più morbida, se è umido, ghiaccia più dura 😉

Una volta che avrete ottenuto la consistenza desiderata, tirate fuori le vostre sac-a-poche e … seguiteci nella prossima puntata 😀

IMG_8636 IMG_8764 IMG_8779 IMG_9284

Ciao e baci a tutti

Veronica

Fommy e fantasia!

Ciao a tutte/i,

oggi voglio presentarvi un materiale che si è diffuso negli ultimi anni, uno dei materiali più versatili e sicuri per i lavori creativi nostri e dei nostri bambini. Infatti il Fommy (o gomma crepla) è un materiale usato ormai in molte scuole per i famosi “lavoretti” proprio per la facilità con cui si lavora, per la sua versatilità e per il fatto che è completamente atossico. Ma conosciamolo più nel dettaglio…

Cos’è il Fommy?

fommy

Questo particolare materiale è una gomma che si ottiene dalla lavorazione della resina termoplastica a base di etil-vinil acetato, e talvolta sono presenti altri elementi, come carbonati di calcio, grazie ai quali il Fommy può essere lavorato con maggior facilità, diventa malleabile con il calore per poi tornare rigido una volta raffreddato.

Il Fommy viene venduto in fogli ed è un materiale atossico: questo permette anche ai più piccini di poter utilizzare questo particolare materiale, senza rischiare allergie o intossicazioni dovute al suo utilizzo. Inoltre non inquina l’ambiente e si può riciclare.

Può essere considerato un ottimo sostituto del cartoncino perché è molto resistente ed impermeabile.

Questo materiale si può facilmente ritagliare, cucire, modellare, pitturare, incollare permettendo di realizzare delle bellissime decorazioni fai da te.

Come si lavora il Fommy?

ferro

(Foto di www.ideecreativeinbottega.it)

Il Fommy si può utilizzare in tanti modi. Innanzitutto, può essere modellato col calore, utilizzando ad esempio il ferro da stiro (a secco alla temperatura massima) o la piastra per capelli, in questo modo si possono creare oggetti tridimensionali. Inoltre è in grado di ripristinare il suo stato rigido, ma basterà comunque scaldarlo di nuovo per ammorbidirlo.

Viene venduto in fogli e ne esistono tantissime versioni con immagini differenti a seconda dell’utilizzo che dobbiamo farne.

Questo materiale può inoltre essere colorato utilizzando tempere, colori acrilici o pastelli a cera. Per dare alle nostre opere delle sfumature, il Fommy può essere dipinto e, grazie al suo potere assorbente, i colori si asciugheranno subito e non scoloriranno col passare del tempo.

Infine, se si vogliono effettuare delle creazioni elaborate, il Fommy può essere anche tagliato e le varie parti possono poi essere cucite per creare oggetti o accessori moda molto originali.

Idee da realizzare con il Fommy

idee

Per sapere cosa realizzare con il Fommy, sono disponibili i manuali della casa produttrice (Renkalik) in cui troverete idee fantastiche, i tutorial dettagliati per ogni progetto e i cartamodelli per ritagliare le forme necessarie.

“Tagliato in varie forme e incollato sui tappi di plastica delle bottiglie del latte (oppure dell’acqua), può essere anche utilizzato per creare dei timbri fai da te che possono usare i bambini per divertirsi a realizzare dei bellissimi disegni.” (cit. www.ideecreativeinbottega.it)

tmbri

(Foto di www.ideecreativeinbottega.it)

Ad ogni modo, per qualche suggerimento in più, chiudo questo post con una galleria fotografica di lavori alla portata di tutti…

Borse e borsette

 borse_gufi borsa_bimba borsa_kitty

Portachiavi per grandi e piccini

 portachiavitag_nome

Bijoux

orecchini

Portapenne

portapenneù

Copri-placche per interruttori

placche_interruttori

Decorazioni varie

fiori fiori_2 girandole api

…E per Pasqua…

sachhetti_uova borsa_pasqua

Ed ora buon lavoro e buona creatività a tutti!!!

NB: Le foto utilizzate in questo articolo sono prese dal web e non rappresentano lavori eseguiti da noi.